27/11/14

Elettroshock Daisy di Motomi Kyousuke


4 anni! Sono trascorsi 4 anni da quando è arrivato in Italia Elettroshock Daisy.
Da quando lessi questa trama:

Kurebayashi Teru è una sedicenne allegra e vitale, nonostante la vita non sia mai stata carina con lei. Dopo averle tolto entrambi i genitori, infatti, il destino decide che è l'ora di prendersi anche il suo amato fratello maggiore. Ma lui, per evitare di lasciarla completamente sola al mondo, le fa dono di un telefono cellulare, raccomandandole di usarlo per contattare "Daisy", una persona sicura e fidata che si sarebbe presa cura di lei al posto suo.
Fin qui l'antefatto. La storia vera e propria inizia quando lo scontroso e indisciplinato custode della scuola, Kurosaki Tasuku, s'intromette come un fulmine a ciel sereno nella vita di Teru, obbligandola a lavorare per lui per farle ripagare un vetro rotto. È l'inizio di un autentico terremoto per la nostra protagonista!
Dalla penna di Motomi Kyousuke, l'autrice di Freccia Danzante, arriva anche in Italia Elettroshock Daisy, uno degli shojo manga più amati, attesi e invocati del momento! Una commedia scolastica frizzante ed… elettrizzante, ora struggente e ora spassosa, con un eroe e un'eroina assolutamente adorabili e travolgenti! Non lasciatevelo scappare!

il bidello ossigenato, la tappetta e suo fratello! :-)
Non mi sembrava fosse passato così tanto tempo!!!
L'ultimo numero è uscito lo scorso mese, ma io l'ho letto solo in questi giorni perché non ce la facevo a salutare questo manga. Dopo mesi mi ero dimenticata diverse cose e quindi ho ripreso a leggerlo dal 10° volume facendo una piccola maratona ED per arrivare poi al capitolo finale. 

Questo shoujo è tra i miei preferiti perché c'è si la storia d'amore tra i due personaggi Teru e Tasuku Kurosaki, ma non è un cliché , è molto originale. 
Poi il tutto è reso avvincente dalla doppia identità di
Affascinante Kurosakisan!
Tasuku e dal loro scambio di email, dai suoi sentimenti che si trasformano nei confronti di questa ragazzina sola al mondo e dal fatto che la vita di lei è spesso o messa alla prova o in pericolo da un mistero che ruota intorno al lavoro svolto dal fratello prima di morire per malattia e al suo team di lavoro.
La Motomi l'ha farcito di gag comiche per stemperare l'atmosfera e per divertire, ha creato una trama tra passato e presente che delle volte mi ha reso difficile non dover tornare indietro a rileggere per ricordare il perché di certi avvenimenti però, nonostante questo, il suo mix l'ho trovato piuttosto ben dosato.
Capitolo 68!!! <3
Questo manga ha incontrato i miei molteplici gusti perché mi ha fatto sorridere, ha tenuto viva la mia curiosità con i suoi misteri e mi ha fatto tifare per i due protagonisti e gioire e sospirare per quel primo bacio dato in un giorno speciale per Teru!Capitolo 68 memorabile! :-) Poi su una ruota panoramica! ( le adoro! ^^ ) Clichè romantico quello senza dubbio, ma da applauso!!! :D
Altro elemento che me l'ha fatto piacere era quell' atmosfera da film alla "Mission impossible" tra agenzie governative, forze speciali, pirati informatici, società segrete. Perché io amo quel genere di action movie!Ripeto, verso la fine ( l'ha riconosciuto l'autrice stessa ) le cose erano talmente complesse da risultare un pò ostiche e non erano di certo ritratte con la serietà di un seinen, trattandosi di uno shoujo, ma non avrei mai potuto abbandonare la lettura perché ormai arrivi al punto in cui vuoi sapere tutto e attivare all' happy ending! 
Solo che ho deciso di stopparla e di gustarmi la lettura di più volumi insieme fino alla fine. Penso di aver fatto la scelta giusta.
Scherzando scherzando questo manga comunica dei bei messaggi e lo apprezzo anche per questo, se
Grande Teruchan!!
penso che è nato per un pubblico di adolescenti. L'eroina è una tipetta in gamba che reagisce facendosi molta forza nelle avversità, impara non solo ad aiutare ma anche a farsi aiutare, con le sue parole sa scuotere molte coscienze, non solo quella di Tasuku, ma anche dei suoi amici e alla fine anche di quello che nasce come suo nemico : Akira, il ragazzino malato genio dell'informatica.
Akira è arrivato a farmi tenerezza e quello che inizialmente era un personaggio odioso e pericoloso si è rivelato la vera vittima della storia e sono stata soddisfatta di vedere che ha potuto avere un'altra possibilità e soprattutto ricevere amore e premure.
Uno dei messaggi è proprio quello di credere in qualcuno e di fare tutto quel che si ritiene giusto, soprattutto se è per il bene dell'altro. E' bella la fiducia
il controverso Akira
che si genera all'interno del team di Tasuku, così come lo è l'amore di quel professore verso quel bambino cavia da laboratorio e lo spirito di sacrificio di Soichiro, il fratello di Teru. Tasuku aveva perso la strada e l'ha ritrovata grazie a Soichiro, Akira grazie a tutti loro, ma perché "nonnino" ha fatto di tutto per salvarlo e dargli una seconda possibilità. 
I toni sono spesso divertenti e il dramma viene ritratto quel tanto che basta per non rattristare troppo, ma per far capire e comunicare qualcosa di buono, ma secondo me è arrivato ai cuori dei lettori e al mio per tutti questi motivi!

In ultimo dico che per fortuna poi che la Motomi ha deciso di aggiungere dei
capitoli extra perché da come scrive la casa editrice pare le abbia imposto dei toni più light e il mio lato romantico fremeva nel vedere anche solo una piccola evoluzione nel rapporto sentimentale tra Teru e Kurosakisan che per via della differenza di età era davvero molto poco passionale. Non volevo scene esplicite, sarebbero state anche fuori luogo, mi è bastato anche solo che ci siano stati dei riferimenti, qualche pensiero di Tasuku e alcune sue battute divertenti sul fatto di attenersi ai soli baci fino al diploma per poi insegnarle tutto visto che lui è bravo in "quelle cose"!:-)
In fondo lei è solo al liceo e non mi dispiace affatto che questa storia mostri un personaggio maschile rispettoso, dolce e premuroso.

Ringrazio tanto la Flashbook edizioni per averlo portato in Italia, anche se avrei preferito che la doppia versione della copertina finale fosse stata presente da subito in fumetteria e non in esclusiva Lucca Comics e poi le copie rimaste su prenotazione via email. :)
Ho deciso infatti per questo motivo di comprarmi la versione speciale giapponese con la stessa illustrazione e in più con allegate delle cards omaggio!

Mi mancheranno Teru e Tasuku. Mi facevano divertire , commuovere e stare sulle spine.
Ora spero che arrivi in Italia anche QQ Sweeper!


Nessun commento:

Posta un commento