30/03/16

'Sora Log - il diario del cielo' di Kaco Mitsuki

Nonostante la mia lista di manga che aspettano di essere letti sia bella lunga e giorni fa siano arrivati altri manga ( recuperati dopo aver venduto un paio di serie ), avevo voglia di leggere durante le vacanze Pasquali qualcosa di breve e ho ripreso in mano proprio Sora Log.
E' uno shoujo breve ( 4 volumi totali ) pubblicato in Italia nel 2011, con una storia che mi è rimasta impressa, insieme ai suoi personaggi e che sapevo avrei riletto.
Lo stesso mi successe con un altro shoujo di Kaco Mitsuki ( Ai Hime - edito da Flashbook ).
TRAMA
Hikaru è una grande appassionata di astronomia, e non trova maggior piacere che soffermarsi a guardare le stelle la notte. Una sera, un giovane alto, biondo e distaccato, quasi innaturale, fa la sua conoscenza. A scuola il ragazzo non gode di buona fama, eppure c'è qualcosa in lui che Hikaru trova irresistibile…

Si tratta di uno shoujo romantico, poetico, molto zuccheroso, con questa particolarità della protagonista che ha la passione per le stelle e un mistero che lega i destini dei due innamorati. 
Il mio animo romantico ha apprezzato molto e poi ho un debole per il suo stile grafico.




Hikaru e Minato si conoscono grazie ad un cielo stellato ,  lei ha un carattere molto dolce e schietto, che spiazza il ragazzo, suscita il suo interesse e pian piano anche il desiderio di proteggerla e prendersi cura di lei. Hikaru che nonostante i pettegolezzi che circolano a scuola su questo alunno dai capelli ossigenati e l'aria da teppista lo vede luminoso e attraente, intravede nei suoi sorrisi accennati e in certi suoi gesti una dolcezza celata. Minato infatti è il classico protagonista maschile che fa lo scontroso e poi finisce col mostrare il suo vero animo proprio per amore. Io da sempre sono attratta dal bello e tenebroso quindi ho empatizzato con lei e subìto il fascino di lui anche se ormai non sono più un'adolescente.
Questi sono quegli shoujo che mi fanno tornare adolescente, o che , in qualche modo si connettono proprio con il mio lato fanciullesco, che coltivo nonostante tutto.
La Mitsuki descrive bene i sentimenti dei protagonisti, non solo attraverso le loro voci e i loro pensieri, ma anche attraverso dei gesti significativi, piccoli e grandi. Alcuni, specie quelli di Hikaru, sono infantili e denotano un animo fin troppo puro per i suoi 16 anni, ma non sono fastidiosi, a me hanno fatto molta tenerezza.
Hikaru ad esempio si sofferma sul pensiero di cosa significhi per lei 'adorare' qualcosa o qualcuno, di come sente un tepore particolare quando succede, ed è vero che certi sentimenti siano connessi anche a delle sensazioni particolari. Poi è attenta a riconoscere i mutamenti nella voce di Minato, e si accorge anche di quanto siano belle le sue mani. Minato ha vissuto un grosso dolore, e vive portandosi dietro un senso di colpa. Tutto questo lo trasforma negli anni dell'adolescenza, quindi abbandona la musica nonostante il suo talento di pianista e la sua sensibilità. Pensa che sia meglio che la ragazza gli stia lontano, è attratto dalla dolcezza ed eccentricità di Hikaru, ma teme inizialmente di poterle arrecare danno. Nonostante sviluppi un naturale senso di protezione nei suoi confronti.
Le stelle e la musica sono due elementi cruciali che legano il loro passato, si viene a sapere che lei non ricorda cosa le è successo quando aveva 4 anni, nel periodo in cui era in ospedale per via di una costituzione debole, poi le sembra familiare il tintinnio che proviene dal ciondolo a sfera di Minato ( che mi sembra sia la bola 'richiamo degli angeli', ma che la Mitsuki chiama sfera da gamelan ) . Il mistero ovviamente rende il tutto più avvincente.
Okay, non è la prima volta che episodi drammatici vengono usati in shoujo di questo tipo e quindi ormai ci siamo abituati a questa cosa, poi vengono inseriti elementi di disturbo come la presenza iperprotettiva del fratello maggiore di lei e della cognata du lui, Shizuka, ma a me è piaciuto molto e l'ho trovato poetico e romantico al punto giusto. Con happy end e capitoli extra che mi hanno appagata in pieno.
A volte mi fa piacere leggere una storia d'amore con un pizzico di magia e protagonisti dai pensieri romantici, condita con un pizzico di sensualità al momento giusto e piccole parentesi più distensive che fanno sorridere e allegeriscono quando serve. Ecco perchè ho riletto Sora Log e lo conservo a vista sulle mie mensole dedicate ai manga. :)


Kaco Mitsuki ha cominciato con gli shoujo, per lo più a sfondo scolastico.
In italiano sono stati pubblicati:
Batticuore Sconosciuto ( volume unico ), Dillo alla Luna ( volume unico ) e Ai Hime - Amore e segreti ( 3 volumi )
Dal 2013 a quanto pare si sta dedicando a josei con elementi smut, ma di questi ultimi Love Phantom, S Love e Wana Love - Wanna be The Honey Trap   di cui però si trova poco online in scans. Io sto aspettando di leggere Sai x Ai perchè sfogliai un capitolo su una rivista manga giapponese qualche anno fa e mi ha incuriosito.

3 commenti:

  1. Prima di tutto, complimenti per blog, è molto carino! :) anche io amo il rosa ♡
    Ti go trovaga su Instagram tramite caroline ^_^
    Io non sono appassionata di shojo manga nello specifico, ma leggo di tutto più o meno, quindi mi fa piacere tenermi aggiornata o riscoprire titoli più datati :)
    Sora Log sembra una serie molto carina e soprattutto non è molto lunga! Io ho un problema con le storie sentimentali infinite xD
    Devo ammettere che lui sembra avere il suo perché **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!:)
      Anche io ti ho trovata girovagando su IG grazie penso proprio a Caroline!;)
      Io prediligo questi generi, ma se una storia mi prende, oppure i disegni, non mi faccio problemi!^^ Un pò come per i romanzi.
      Adesso ad esempio mi attrae il soprannaturale e penso farò anche degli esperimenti di shonenai/yaoi.
      Se m'incuriosisco non mi pongo limiti.
      Di tanto in tanto mi piace riprendere in mano vecchie letture e si, penso troverai miei post futuri su manga di qualche anno fa.:)
      Sora Log in soli 4 volumi soddisfa secondo me, è una cosina ben fatta.Certo, non si deve essere allergici al dolce e alle romanticherie!:)
      Io quando superano i 15 volumi già scalpito, se le ragioni ci sono però capisco, altrimenti se si vuole allungare il brodo mi stranisco. Sto sopportando Kamisama Kiss solo perchè ha toni da commedia e mi diverte ( e c'è una kitsune tra i personaggi :)) e sono rassegnata ma aspetto sempre la fine de Il Grande sogno di Maya / garasu no kamen.
      Concludo con si, Minato ha il suo perchè, aspetto da teppista a contrasto con dolcezza e premura. E poi capelli lunghi e un pò punk, adddooooro!^^

      Elimina
    2. Dobbiamo ringraziare Caroline allora! :)
      Sì tutto sommato anche io non sono una lettrice che evita un genere a priori, infatti alcuni shojo e josei li ho anche letti ed apprezzati. Non mi dispiacciono neanche i BL e gli yaoi ^^
      Anche io! Quando si vede che la storia principale è conclusa e che gli autori stanno solo stiracchiando il tutto per fare più volumi, è inevitabile che la serie ci rimetta qualcosa purtroppo!
      Il Grande Sogno di Maya non lo seguo ma so che è tra i titoli più longevi ed incompleti, una specie di Berserk dello shojo x'D

      Elimina